Riccardo sta preparando la sua formazione professionale e pensa che cambiando qualche parola all’interno della citazione non avrà bisogno di citarne il vero autore.

 

Scrivere un documento accademico favorisce la mescolanza tra le idee personali e quelle  pubbliche. La sfida per il lettore è di essere in grado di distinguere facilmente tra i due per evitare il plagio. Come fare quindi a riprendendere le idee degli autori rispettando la proprietà intellettuale?

 

Contenuti: 

 

Qual è la definizione di parafrasi?

Il vocabolario Treccani definisce la parafrasi come “Un’esposizione con parole proprie, con una costruzione più semplice e chiara rispetto all’originale… Uno scritto o un discorso che espone con parole diverse concetti già espressi da altri”. La parafrasi serve a restituire l’idea generale di un autore attraverso parole differenti. È particolarmente efficace per spiegare un’idea e renderla accessibile a tutti. Inoltre, permette di mostrare di aver capito ciò che l’autore voleva dire. Parafrasare è una pratica comune nel campo del diritto in quanto serve per interpretare il significato delle leggi.

Per parafrasare non basta cambiare qualche parola qua e là, ma bisogna riformulare l’intera frase, cambiare la struttura e le parole.

 

definizione di parafrasi

La parafrasi è tollerata solamente se l’autore a cui vi siete ispirati viene menzionato. Non ha senso appropriarsi di un sapere che non padroneggiate, i vostri lettori se ne renderanno conto e il vostro lavoro perderà credibilità. Evidenziare le vostre fonti, al contrario, vi permetterà di dare valore al vostro lavoro in quanto mostrerà che avete fatto delle ricerche precise ed accurate.

 

Per ulteriori informazioni:

 

riformulazione

Qual è lo scopo della riformulazione?

Dà l'idea generale di un autore che usa le sue stesse parole. Lo stile di scrittura rimane lo stesso del resto del documento e lo rende facile da leggere.
È particolarmente efficace per spiegare un'idea e renderla accessibile a tutti, e mostra che hai capito cosa intende l'autore. Viene poi utilizzato per divulgare alcune parole complicate. La riformulazione è molto usata nel diritto per interpretare i testi giuridici.

Inoltre, a volte fa luce sul pensiero dell'autore spiegando l'implicito.

Come parafrasare correttamente?

Ecco di seguito diverse tecniche di riformulazione. Provatene alcune e scegliete le vostre preferite:

  • Sostituire alcune parole importanti con i loro sinonimi

Questo è il metodo più classico. Tuttavia, ricordatevi di mantenere lo stesso stile di scrittura usato nel resto del documento.

  • Spiegare a qualcuno

Che sia davanti a una persona reale, al tuo specchio o nella tua testa, la tua spiegazione del testo. In questo modo dovrete usare il vostro vocabolario quotidiano e vi accorgerete subito se ci sono delle parti che non avete capito pienamente.

  • Disegnare un diagramma o una tabella

Il fatto di riassumere o di disegnare un’idea (tramite una mappa mentale o sketchnoting per esempio) vi permetterà di attribuirle un’altra dimensione. Se siete soddisfatti di ciò che avete riprodotto potrete presentarlo direttamente o ispirarvi per trovare la vostra parafrasi.

  • Identificate le parole chiave

Visualizzando le parole chiave, sarà più semplice estrarre l’idea principale. L'obiettivo è riformulare la frase a partire dalle parole principali del tuo testo.

  • Modificare la struttura della frase 

Per questo, il verbo può essere trasformato in un nome, la voce passiva in una voce attiva, il verbo coniugato in un altro tempo, il gruppo nominale ha cambiato posto nella frase...

  • Indica la fonte 

In tutti i casi, ricordati di citare il nome dell'autore, il luogo dove hai trovato le informazioni e la data di pubblicazione per evitare il plagio e le sanzioni che ne derivano.

 

Per ulteriori informazioni:

Come evitare il plagio utilizzando la parafrasi?

La risposta più ovvia è citare gli autori delle idee proposte. Ma questo non è sempre così ovvio...

Per aiutarti nella riformulazione dei tuoi scritti, ti proponiamo alcune frasi per introdurre le parole di un autore:

« Secondo questo autore, … »
« Così, stando a questo autore, … »
« Se riprendiamo le parole dell’autore… »
« Vale a dire che… »
« In altre parole… »
« Questo autore sembra dire che… »
« In altri termini… »
« Stando alle parole di questo autore, … »

Estratto dall'articolo "Il potere della riformulazione", Compilatio, 04/05/2017.

 

Per evitare il plagio, indica anche i riferimenti bibliografici nelle note a piè di pagina e nella tua bibliografia.

fonti anonime

Come parafrasare una frase se l'autore è anonimo?

Quando si fa una ricerca, si possono trovare a volte informazioni senza autore. Tuttavia, l'idea non è tua, è già stata documentata da una persona sconosciuta. Per evitare di essere accusato di plagio, anche se l'autore desidera rimanere anonimo, devi citare le tue fonti di ricerca . Per farlo, menziona semplicemente i riferimenti dove hai trovato la citazione a cui ti sei ispirato e scrivi "autore anonimo" o "autore sconosciuto".

 

Per esempio:

Secondo un autore anonimo sul sito Citations.ouest-france.fr, quando si subisce un fallimento, bisogna pensare a come assaporare presto la prossima vittoria.

dominio pubblico

L'inventore di un sapere di notorietà pubblica deve essere menzionato nella sua parafrasi?

La notorietà pubblica di un fatto o di un evento corrisponde alla sua popolarità, cioè conosciuta da una grande maggioranza di persone. Questo è il motivo per cui le date nella storia e i fatti bibliografici non hanno bisogno di essere referenziati. Sono fatti conosciuti da tutti, a differenza delle informazioni originali. Estratto dall'articolo "Dobbiamo citare ciò che è conoscenza comune?", Compilatio, gennaio 2021.

 

Questa è l'unica eccezione per evitare di menzionare gli autori delle tue citazioni e parafrasi. Quando un fatto è di conoscenza comune, il riferimento bibliografico non è necessario. Tuttavia, fai attenzione a certificare che le informazioni siano di dominio pubblico. In caso di dubbio, per evitare il plagio, è meglio citare la fonte.

evitare il plagio

Quali sono le alternative alla riformulazione di una citazione?

Ci sono altri modi per trasmettere le informazioni provenienti da un autore. Una parte della frase, ad esempio, può essere citata inserendola tra virgolette e menzionando il suo autore.

Ad esempio: Albert Einstein ha detto "ognuno è un genio", quindi sarebbe tutta questione di volontà?

È anche possibile citare la frase intera, soprattutto se la parafrasi è difficile da formulare o se vi accorgete che vi state allontanando troppo dall’idea originale.

Ad esempio: Secondo Albert Einstein “Ognuno è un genio, ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi, allora passerà tutta la sua vita pensando di essere stupido”.

L’utilizzo del corsivo non è obbligatorio, ma serve a differenziare la citazione dal resto del testo.

Compilatio Magister

I software antiplagio rilevano la parafrasi?

Tutte le aziende di software stanno lavorando su algoritmi per rilevare meglio i cluster di parole, le parafrasi e le differenze di stile...

I programmi Compilatio Magister, Compilatio Studium e Compilatio Copyright individuano il copia-incolla e anche il "copia-incolla sparso", chiamato anche parafrasi. Infatti, il riferimento bibliografico è menzionato, allo stesso modo di una citazione. La tecnologia Compilatio permette di ignorare alcuni passaggi citati correttamente e la bibliografia per ottenere un punteggio che può essere simile a un punteggio di plagio e non solo di somiglianze testuali.

E' meglio quindi evitare la tentazione di ingannare un software di rilevamento del plagio. Cita correttamente gli autori delle tue parafrasi.

infografica

In conclusione, riscrivere una citazione è un esercizio richiesto all'università. Mette in evidenza la tua comprensione delle informazioni che hai raccolto e possono essere utilizzate in vari modi. Tuttavia, la parafrasi si deve sempre accompagnare con la citazione del suo autore.

Riccardo, per convalidare la tua licenza professionale, puoi usare la parafrasi citando gli autori dei testi utilizzati.

 


Fonti: 

Per andare oltre: