Anna sta lavorando ad un PowerPoint da presentare al resto della classe la prossima settimana. Per essere sicura di aver lavorato come si deve, ha seguito i consigli disponibili all’interno dell’articolo "Infografica per migliorare il design della vostra presentazione PowerPoint". Vuole valorizzare il suo lavoro con immagini e grafiche di qualità. La presentazione non sarà trasmessa al di fuori della classe. Anna si chiede se dovrebbe usare immagini e grafiche di pubblico dominio. Non sa se ci sono norme particolari da rispettare, come il copyright sulle immagini. È possibile plagiare le immagini?

Sommario

  1. Che cos'è un'immagine di pubblico dominio?
  2. Quali sono i rischi di plagio delle immagini?
  3. Come utilizzare le immagini royalty-free?
  4. Dove posso trovare immagini royalty-free?
plagio immagine destra

1. Che cos'è un'immagine di pubblico dominio?

Le immagini possono essere di diversi tipi: foto, grafici, disegni... In tutti i casi, l'immagine di pubblico dominio è utilizzabile da chiunque. Ovviamente non cesserà mai di appartenere al suo autore, come precisa la legge n°248/2000: sul diritto d'autore: "Altri diritti connessi, con una tutela assai più debole di quella prevista dal copyright, sono quelli concessi agli autori (o editori) con riferimento a quei lavori che non rappresentano in senso stretto “opere intellettuali”. Un'immagine di questo tipo può benissimo essere gratuita o a pagamento. Spesso è disciplinata da una licenza del tipo "Creative Commons", quindi può essere utilizzata senza limiti di tempo, ma all'interno di un quadro ben definito. Il principio alla base di questa tipologia di licenza consiste nel consentire lo sfruttamento di queste immagini, ma all'interno di un quadro ben definito. Un'immagine di pubblico dominio è semplicemente un'immagine destinata ad essere utilizzata, a determinate condizioni.

 2. Quali sono i rischi di plagio delle immagini?

In quanto insegnante o studente, potreste pensare di poter anche utilizzare immagini che non sono di pubblico dominio, senza problemi e senza rischiare nulla, giusto? Eppure, dovete sapere che, non appena l'immagine sarà visibile in occasione di una lezione, della pubblicazione di un articolo o di un corso, quest'ultima è sempre soggetta alla proprietà intellettuale e l'autore deve essere necessariamente menzionato. È meglio sviluppare le buone abitudini e citare sempre l'autore, per tutte le immagini utilizzate.

L’articolo: “Cosa sapere sul copyright in rete”, disponibile sul sito ionos.it, ci permette di scoprire i rischi che si corrono ad utilizzare immagini che non sono di pubblico dominio.

In primo luogo, dovete sapere che individuare una violazione del diritto d’autore in rete è diventato un vero e proprio business. Diverse agenzie ispezionano Internet utilizzando dei robot conosciuti come “copyright trackers” per trovare casi di utilizzo non autorizzato delle immagini che non sono di pubblico dominio.

Dovete anche sapere che, come ha stabilito l’Agcom, si rischia una sanzione molto severa ed anche la prigione in caso di utilizzi illeciti.

Infine, si tratta anche di una questione etica: il diritto d’autore è un concetto importante nel diritto italiano.

Trucchi per evitare il plagio
plagio immagini royalty-free

3. Come utilizzare le immagini royalty-free?

Nota bene: royalty-free non significa gratuito o libero da diritti. Infatti, tutte le immagini sono soggette a copyright. È importante imparare a utilizzare correttamente queste immagini in ambito scolastico per non esporsi a rischi. In quanto utilizzatori di immagini, è indispensabile assicurarsi di essere sempre nel giusto. A seconda dell'uso che se ne vuole fare, si possono utilizzare immagini royalty-free che possono essere riutilizzate o acquisire una licenza a pagamento. Il diritto d'autore è importante tanto per una citazione quanto per un'immagine o un grafico.

L'uso che si può fare di un'illustrazione (uso, modifica, uso commerciale o meno) dipende dal tipo di licenza che la regola. Se non viene menzionato nulla, si deve presumere che esista un copyright e che non si possa utilizzare l'immagine. Se c'è scritto Creative Commons, potete usare l'immagine. Il tipo di licenza vi dirà cosa potete fare con essa. Ad esempio, esistono licenze Creative Commons "NC" per il settore non commerciale. Ciò significa che è possibile utilizzare l'immagine, ma non per scopi commerciali. Per ulteriori spiegazioni sui tipi di licenze esistenti, consultare il sito web "https://creativecommons.org".

Esistono anche licenze libere come GNU (GNU's Not Unix) per la documentazione libera, o a volte una semplice menzione "royalty free". In questo caso, è possibile utilizzare le immagini e modificarle come si desidera. Se si desidera utilizzare un'immagine di pubblico dominio, l'unica menzione obbligatoria è quella dell'autore, come avviene per la maggior parte.

Il diritto d'autore si applica anche alle foto personali, anche se siete voi l'autore.

  • Diritti di immagine di persone identificabili

È necessario richiedere il consenso della persona fotografata. Il consenso serve come prova in caso di controversia. Può essere sotto forma di documento firmato o di video. Definisce l'ambito di sfruttamento (ad esempio, l'utilizzo per 10 anni). 

  • Diritto all'immagine dei beni

I beni (casa, mobili, vestiti...) sono soggetti a diritti d'immagine. Per utilizzare l'immagine di un immobile è necessario richiedere il consenso del proprietario.

  • Foto di una celebrità

In Francia, i diritti d'immagine sono più severi che in altri Paesi, al fine di preservare la privacy delle celebrità. Quando la celebrità si trova in un luogo pubblico, la foto è consentita. È vietato in un luogo privato. 

  • Rispetto della dignità

Una foto può essere contestata se viola la dignità. Il fotografo si espone a rischi molto elevati.

 

immagine sorgente citer

4. Dove posso trovare immagini royalty-free?

Innanzitutto, come si fa a sapere se un'immagine è libera da copyright? 

I motori di ricerca, le piattaforme e le banche di immagini gratuite e a pagamento indicano la licenza dell'immagine e il suo autore.

Da quali banche immagini è possibile scaricare immagini gratuite? Ogni banca immagini è specializzata in un formato visivo: foto, icone, disegni...

Le piattaforme di immagini fotografiche offrono generalmente immagini di qualità superiore a quelle trovate sui motori di ricerca: Adobe, Shutterstock, Offset, Flickr

Inoltre, trovate le icone di cui avete bisogno su Flaticon.

Infine, è possibile scegliere una banca immagini appositamente studiata per l'ambiente educativo. È possibile utilizzare database dedicati alla storia dell'arte, alla geografia o, ad esempio, trovare illustrazioni di esperimenti sull'elettricità per una lezione di scienze fisiche.

Quindi, quando si cerca un'immagine in un motore di ricerca, è possibile filtrare le ricerche in base ai diritti ricercati.

Google Images ha limitato l'identificazione dei diritti di utilizzo delle immagini: . 

  • Licences Creative Commons
  • Licenze commerciali e di altro tipo

> Cercate un'immagine, fate clic sul pulsante "strumenti" e poi sul pulsante "diritti di utilizzo".

Quant offre maggiore visibilità sui diritti di utilizzo:

  • Pubblico dominio,
  • Riproduzione e condivisione senza fini commerciali, 
  • Riproduzione e condivisione, 
  • Riproduzione, condivisione e modifica senza fini commerciali,
  • Riproduzione, condivisione e modifica.

> Fare clic sul pulsante "Qualsiasi licenza".

Ecosia fornisce anche informazioni sulle licenze delle sue immagini:

  • Licenza, 
  • Condivisione e utilizzo gratuiti,
  • Condivisibile e utilizzabile gratuitamente per scopi commerciali,
  • Modificabile, condivisibile e utilizzabile liberamente,
  • Libero di modificare, condividere e utilizzare per scopi commerciali,
  • Pubblico dominio.

> Fare clic sul pulsante "Licenza".

 


 

Nella ricerca di immagini per la sua presentazione, Teddy utilizza grafici, foto royalty-free, icone con licenze creative commons e immagini a pagamento. In tutti i casi, indica l'autore dell'immagine per evitare il plagio di immagini protette da copyright. Nella sua valutazione, l'insegnante apprezza la capacità di Teddy di applicare le regole di citazione richieste dal suo corso universitario.

 


Fonti :

  • Immagini dell'articolo, "Two travel photograph icon", Canva Pro, Pavel vectors, utilizzato il 17/05/2022. 
  • Canva, utilizzato il 17/05/2022. 
  • Pixabay, utilizzato il 17/05/2022. 
  • Pexels, utilizzato il 17/05/2022. 
  • Stocklib, utilizzato il 17/05/2022. 
  • Istockphoto, utilizzato il 17/05/2022. 
  • Fotomelia, utilizzato il 17/05/2022. 
  • Google Images, utilizzato il 17/05/2022.