IL PLAGIO NON VA IN VACANZA

Pensando al plagio in ambito accademico, l’idea che viene in mente più di frequente è quella di studenti inconsapevoli dei rischi del “copia-incolla” che, per diverse mancanze (tempo, interesse, …), ricorrono comunque a questa pratica. Purtroppo il problema non riguarda solo chi frequenta l’Università per apprendere, ma a volte riguarda anche chi insegna.

Durante il mese di agosto, è stata confermata la sospensione di un docente dell’Università della Svizzera Italiana per un intero semestre a causa di presunti e ripetuti plagi all’interno di articoli scientifici: “[…]A giustificare la misura presa è stata prevalentemente non la qualità ma il numero e la frequenza dei casi nei quali il professore non ha accordato la necessaria considerazione alla citazione delle fonti scientifiche […]”.

Un altro caso di “insegnante-plagiante” si è verificato sempre quest’estate a Messina, dove il figlio dell’ex Rettore dell’Ateneo messinese è stato sospeso per un anno dalla sua attività accademica. Il motivo? Avere copiato numerosi passaggi durante le prove di abilitazione presso il MIUR.

Last but not the least, il caso di denuncia dei plagi accademici all’interno dell’Alma Mater di Bologna. In una lettera aperta ai frequentanti dei suoi corsi, un docente di Politica Economica dell’Ateneo bolognese annuncia che non vigilerà più per evitare che i suoi studenti copino durante gli esami: la provocazione sarebbe dovuta al diverso trattamento riservato a docenti e a studenti nel caso in cui siano accertati dei plagi. Il docente annuncia quindi un referendum, dove chiede ai suoi studenti di esprimere il loro parere: oltre l’80% degli studenti si è dichiarato favorevole al rispetto delle regole di integrità accademica.

AMMIRO, DUNQUE PLAGIO

Le persone che ricorrono alla “presa in prestito” di articoli, opere, pensieri altrui spesso cercano di giustificare il plagio commesso con la grande ammirazione che nutrivano per la persona plagiata.

Ne sa qualcosa la famiglia Obama: prima Melania Trump che, ispirata dal comportamento deciso e tenace di Michelle Obama, prende in prestito un discorso della First Lady e successivamente il Presidente della Nigeria, che trae ispirazione da un discorso di Barack Obama sul tema dell’onestà e dell’integrità.

Oltre ai casi riguardanti i testi più autorevoli, il plagio viene spesso utilizzato anche nel mondo musicale: famosi cantanti come Madonna, Beatles, Led Zeppelin hanno cercato l’ispirazione per le loro canzoni nei lavori di altri colleghi, come evidenzia la playlist dei 9 plagi musicali più eclatanti.

INFORMARE PER EDUCARE

Spesso una corretta informazione è la giusta strada per iniziare il percorso di educazione e sensibilizzazione riguardo una specifica tematica o argomento.

Il portale “La Legge per tutti” mette a disposizione numerose informazioni su aspetti legali che riguardano i diversi ambiti della società, approfondendo anche l’argomento del diritto d’autore e le regole che disciplinano la riproduzione di immagini.