BENVENUTI NEL XXVI SECOLO, OVVERO L’ERA DI INTERNET: QUOTIDIANI ONLINE, LIBRI ONLINE, MUSICA ONLINE, CONTI IN BANCA ONLINE. VIENE SPONTANEO CHIEDERSI: IDEE ONLINE?

Risulta facile puntare il dito sulla più grande risorsa in libero accesso che l’uomo abbia mai avuto, ma il plagio non è nato certo con Internet!

Per conoscere un po’ meglio quel fenomeno di cui tanto si sente parlare al giorno d’oggi, Compilatio.net ha condotto un’inchiesta sul fenomeno del plagio.

Un questionario è stato reso disponibile proprio nella capitale del “Regno Internet”: i social network. Grazie a Facebook e a Twitter, una ventina di risposte sono state raccolte ed analizzate.

Quel che ne risulta non fa che confermare le ipotesi di partenza: Internet resta in pole postion per quel che riguarda le ricerche in fase di documentazione e raccolta dati, a pari passo con i libri e seguito a distanza da riviste, DVD e film.
Il 25% delle persone ammette di aver già plagiato almeno una volta nella vita e ben il 68% si è già trovato di fronte ad un caso di plagio. Alcuni anche sulla propria pelle: il caso più frequente è quello dei blog, dai quali spesso alcuni giornalisti sembrano “ispirarsi” con troppa disinvoltura.

Per la maggiorparte la salvaguardia del diritto d’autore riveste un’importanza fondamentale e i software di rilevamento delle similitudini da Internet possono portare un valido contributo alla lotta al plagio.

INCHIESTA

Scaricare: inchiesta-sul-fenomeno-del-plagio.pdf

I DATI DELL’INCHIESTA

Scaricare: surveysummary-11122010.pdf