Guarda il video a lato con gli estratti delle giornate di incontri sul plagio svoltesi ad Annecy per festeggiare i 10 anni del software antiplagio Compilatio.net !

 

 

PROGRAMMA E RESOCONTO CONFERENZE

 

GIOVEDÌ 2 LUGLIO 2015

11 :00 – 11 :30 Apertura degli incontri – “Nascita di un software antiplagio”

Frédéric Agnès, Presidente Compilatio.net

Stéphane Ganassali, Professore di Marketing, Istituto di Management, Università della Savoia

Dopo il saluto di benvenuto da parte del Dott. Agnès e l’inizio ufficiale delle celebrazioni dei 10 anni di Compilatio.net, il Prof. Ganassali racconta la sua esperienza all’Università della Savoia. Il Prof. Ganassali è stato uno dei professori che, nel 2005, si erano rivolti al Dott. Frédéric Agnès chiedendo se fosse possibile rilevare eventuali “copia-incolla” attraverso un sistema informatico, per ridurre i tempi di verifica ed avere tutte le informazioni utili per la valutazione degli elaborati scritti prodotti dagli studenti. Durante il progetto antiplagio, il Prof. Ganassali ha constatato una notevole diminuzione nelle percentuali di “copia-incolla” nei testi scritti dai suoi allievi e, per raggiungere questo obiettivo, hanno lavorato molto sulla formazione degli studenti in merito alla scrittura di documenti accademici.

 

11:30 – 13:00 “Tutti lo fanno! Approccio psicologico e comportamentale sulle comuni forme di disonestà

Laurent Bègue, Professore di Psicologia Sociale, Università di Grenoble

Il Prof. Bègue ha affrontato le cause e la conseguenze del plagio da un punto di vista comportamentale. Attraverso numerosi studi ed inchieste condotti negli anni, si è notato che spesso il ricorso al “copia-incolla” avviene perché qualcuno all’interno di un gruppo (amici, colleghi, famigliari) fa ricorso a questa tecnica e, per sentirsi accettati ed integrati all’interno di questo gruppo, anche gli altri individui si comportano nella stesa maniera, ripetendo gli sbagli.

 

14:00 – 15:30 “Vivo la mia vita confrontandomi col plagio: studenti, insegnanti, istituzioni a confronto” – quiz e tavoli di discussione

Mallory Schaub, Responsabile del Polo di Formazione e Valutazione, Università di Ginevra

Per “testare” le conoscenze dei partecipanti in tema di plagio, la Prof.ssa Schaub ha distribuito ai presenti il questionario che viene sottoposto a tutti i nuovi studenti che si iscrivono: attraverso situazioni quotidiane che possono presentarsi durante il percorso accademico, vengono testate le conoscenze ed il livello di educazione dei nuovi studenti riguardo il plagio ed i suoi rischi. Successivamente, i partecipanti sono stati divisi in 3 gruppi (studenti, insegnanti, istituzioni) ed è stato chiesto loro di immaginare delle “scuse” da presentare per giustificare un caso di plagio accertato, immedesimandosi nel ruolo assegnato. Nonostante le risposte fantasiose dei partecipanti, la Prof.ssa Schaub ha ricordato che nessun caso di plagio deve essere sottovalutato: a seconda della gravità e dell’importanza possono essere stabilite sanzioni differenti, ma ogni caso deve essere trattato. La valorizzazione o la sanzione di determinati comportamenti accademici è l’ultimo tassello che conclude l’educazione degli studenti: senza una sanzione, la norma non viene percepita come importante e come precetto da rispettare.

 

16:00 – 17:30 “Etica della ricerca, pubblicazione e diritto d’autore  e buone pratiche per i dottorandi”

Juliette Guérin, Rappresentante della Confederazione dei Giovani Ricercatori (CNRS)

Durante la conferenza, la Dott.ssa Guérin ha presentato la Confederazione che riunisce le associazioni di dottorati e dottori, impegnati nel riconoscimento del dottorato come esperienza professionale; sono inoltre state affrontate le tematiche legate all’etica della ricerca e alle diverse tipologie di opere che possono essere redatte (personale, di collaborazione, collettiva).

VENERDÌ 3 LUGLIO 2015

08:30 – 10:00 “Progetti antiplagio sviluppati nei Paesi francofoni: contesto e specificità del Paese, bisogni e difficoltà riscontrate” – condivisione di esperienze

Nadine Cambefort, Scuola Nazionale di Amministrazione Pubblica (Québec)

Progetto antiplagio che coinvolge l’assemblea degli studenti; corsi obbligatori (previsti nel Piano Carriera) di prevenzione al plagio; video di formazione per gli studenti sul plagio ed i suoi rischi; lavori sul tema del plagio durante i corsi di studio (presentazioni, ricerche, studi).

Libérat Ntibashirakandi, Libera Università di Bruxelles (Belgio)

Pagina web del sito dell’Università dedicata alla prevenzione del plagio; “Centro Metodologie Universitarie”: formazione su buone norme da seguire in ambito accademico; revisione regolamento d’Istituto, con capitolo dedicato al plagio (sanzioni accademiche e disciplinari); formazione studenti (online, giornate dedicate con laboratori); accompagnamento docenti con convegni volti alla loro formazione.

Emmanuel Fernandes, Facoltà di Alti Studi Commerciali di Losanna (Svizzera)

Documento regolamentare contro il plagio da firmare ad ogni nuovo anno accademico (docenti e studenti); formazione per docenti e studenti con il supporto del settore bibliotecario; regolamento “antiplagio” con le modalità da seguire in caso di plagio accertato (a seconda della gravità della situazione, sanzioni diversificate).

Olivier Scherer, Università di Montpellier (Francia)

Gruppo di lavoro formato da personale di uffici diversi (coinvolgimento globale); comunicazione ed informazione; coinvolgimento attivo studenti (è stato creato un concorso dove gli studenti potevano presentare i propri poster di prevenzione al plagio, quelli dei vincitori sono stati poi utilizzati all’interno dei locali dell’Università); formazione studenti sulle buone pratiche da rispettare; formazione docenti su utilizzo software e su comportamenti da seguire in caso di plagio; regolamento d’Istituto con sezione dedicata al plagio e informazioni della Commissione Disciplinare; schermata con elenco dei principi antiplagio visualizzata ogni volta che lo studente consegna un documento.

 

10:15 – 11:30 “Il nuovo timbro antiplagio della Société Générale de Surveillance (SGS): modalità di ottenimento e principi fondamentali”

Céleste Cornu, Servizi anti corruzione e Global Manager SGS

Durante la conferenza tenuta dalla Dott.ssa Cornu, è stata presentata la Società che si occupa di fornire servizi di ispezione, verifica, analisi e certificazione per tutti gli ambiti che lo richiedono, tra cui l’Istruzione. Inoltre sono stati presentati i principi che, insieme all’adozione del software antiplagio, rafforzano la lotta contro questo fenomeno e offrono agli Istituti la possibilità di ottenere il timbro di certificazione “antiplagio”.

 

11:45 – 13:00 “Come insegnare nell’era del digitale? Come affrontare il plagio? Come evitarlo?”

Henri Isaas, Incaricato del progetto “Trasformazione digitale”, Università di Parigi -Dauphine

In conclusione di queste giornate ricche di incontri e scambi di opinioni, il Prof. Isaac ha presentato come affrontare il problema del plagio in ambito accademico in un’era dominata dalla tecnologia e dal digitale, in particolare mostrando i progetti che sono stati avviati presso l’Università di Parigi – Dauphine per stimolare gli studenti ad essere originali e responsabili.

 

14:00 – 14:30 Chiusura degli incontri

Frédéric Agnès, Presidente Compilatio.net

Per visualizzare i video delle conferenze, visita il nostro canale YouTube “Compilatio.net” !

(Video in lingua francese; per maggiori informazioni, contattaci all’indirizzo mail italia[at]compilatio.net)